Archivi della categoria: Parrocchie News

Don Davide a Palazzolo Acreide, don Marco ad Augusta

Don Davide Di Mare, parroco della Chiesa Sacro Cuore di Gesù ad Augusta, è stato nominato Arciprete parroco della chiesa San Nicolò Vescovo – Chiesa Madre a Palazzolo Acreide. Al suo posto è stato nominato don Marco Politini.
A renderlo noto alla comunità megarese è stato lo stesso don Di Mare. “In obbedienza assoluta al nostro amato arcivescovo, mons. Francesco Lomanto, comunico che verrò trasferito in una nuova sede a Palazzolo Acreide. Il nuovo parroco della chiesa Sacro Cuore di Gesù sarà don Marco Politini, già parroco della chiesa San Giuseppe Operaio a Priolo Gargallo. Avremo un momento di preghiera per ringraziare il Signore di questi quattordici anni vissuti insieme quando celebreremo il mio venticinquesimo anniversario di ordinazione sacerdotale, martedì 7 settembre alle ore 19.00. Accompagnate con la preghiera me e soprattutto don Marco, che presto arriverà in mezzo a voi. Don Marco è un uomo attento, intelligente, stimato. Sono sereno perché sono certo che porterà avanti questa comunità parrocchiale con grande amore e dedizione“.
La comunità parrocchiale del Sacro Cuore di Gesù ha voluto ringraziare don Davide per il suo ministero: “Profondamente grati al Signore per averci donato don Davide quale attento e instancabile Pastore, Lo ringraziamo perché il nostro amato Arcivescovo, illuminato dallo Spirito Santo, lo ha scelto per ricoprire una prestigiosa sede all’interno della nostra Arcidiocesi. Il nostro cuore è ricolmo di gioia per il dono di don Marco, sacerdote innamorato del Signore e della Chiesa, persona stimatissima all’interno nostra comunità parrocchiale“.

Dalla parrocchia del Pantheon il primo pellegrinaggio

Domani sera, domenica 29, alle ore 21.00, dal piazzale del Pantheon preghiera del Santo Rosario rivivendo il primo pellegrinaggio alla Madonna delle Lacrime che si è mosso dalla parrocchia del Pantheon. Il parroco don Massimo Di Natale, in occasione del 68esimo anniversario della Lacrimazione di Maria a Siracusa, nella prima giornata dei festeggiamenti ha voluto così rinnovare la devozione a Maria da parte di una comunità “che custodisce questo singolare privilegio”. Nel ricordo delle parole del parroco Giuseppe Bruno: “La Madonna chiamò … la parrocchia del Pantheon rispose … “.

Un progetto di promozione dei beni a Palazzolo Acreide

Percorsi di visita guidata all’interno della basilica di San Sebastiano e delle chiese afferenti alla parrocchia e promozione del bene culturale oltre che ecclesiastico, sono solo le fasi di avvio di un progetto ben più articolato, che mira alla creazione di uno spazio di aggregazione comunitario per la valorizzazione e promozione dell’intera area iblea.

Un progetto con lo scopo di generare opportunità occupazionali per la comunità, attraverso attività di valorizzazione e fruizione del patrimonio ecclesiastico e territoriale. Promotori dell’iniziativa: la parrocchia di San Sebastiano Martire di Palazzolo Acreide insieme alla cooperativa Mediblei, prima cooperativa di comunità nata nella provincia di Siracusa nel luglio del 2019 e aderente alla sezione territoriale di Siracusa di Confcooperative.

Un bene eletto Patrimonio dell’Umanità come è la basilica di San Sebastiano”, dichiarano i promotori, “ci chiama ad essere fruitori consapevoli della sua storia e tutti corresponsabili del suo mantenimento. Il lavoro della cooperativa in collaborazione con la Parrocchia di San Sebastiano Martire, sarà soprattutto un “lavoro di cura” ispirato dai principi della Convenzione di Faro, firmata nella omonima cittadina portoghese nel 2005 e ratificata dalla Camera dei Deputati il 23 settembre del 2020 che riconosce il patrimonio culturale come l’insieme delle risorse ereditate dal passato, riflesso di valori e credenze, e la comunità patrimoniale quale insieme di persone che attribuiscono valore a quel patrimonio, che si riconoscono in esso e che fanno il possibile per salvaguardarlo e trasmetterlo alle generazioni che verranno”.

L’iniziativa, inoltre, si pone nel solco di quanto già espresso da Papa Francesco nell’enciclica “Fratelli Tutti” a proposito del grande tema del lavoro: «Ciò che è veramente popolare – perchè promuove il bene del popolo – è assicurare la possibilità di far germogliare i semi che Dio ha posto in ciascuno, le sue capacità, la sua iniziativa, le sue forze» e “in un territorio soggetto ad un graduale spopolamento dettato dalla mancanza di lavoro e di risorse per la popolazione residente e per i giovani che lo abitano”, afferma don Salvatore Randazzo, parroco di San Sebastiano, “la parrocchia apre le sue porte per accogliere i semi che, germogliando, potranno essere frutti per il territorio stesso”.

Il progetto, formalmente approvato dall’Arcidiocesi di Siracusa, ha ricevuto il sostegno da Fondo Sviluppo, il fondo mutualistico della cooperazione italiana, che ha riconosciuto la validità del progetto, conferendo alla cooperativa Mediblei il “premio nascita” del Bando 2.0 per le Cooperative di Comunità.

Fumetto storico della Lacrimazione di Maria

E’ stato pubblicato  “Il Fumetto Storico” dei quattro giorni della Lacrimazione della Madonna a Siracusa, con dialoghi tratti dalle testimonianze dirette di quanti hanno vissuto gli avvenimenti del 1953 e con disegni interamente realizzati dalla catechista Laura Nicotra. L’iniziativa nell’ambito del 68mo anniversario della Lacrimazione della Madonna che si celebra quest’anno dal 29 agosto al 1 settembre.
Introdotto da una prefazione dell’Arcivescovo di Siracusa, Mons. Francesco Lomanto, il fumetto sarà presentato venerdì 27 agosto alle ore 19.45, sul sagrato della Cripta, al termine della celebrazione eucaristica delle ore 19.00. La Tipografia Geny, che stampa la Rivista della Madonna delle Lacrime, omaggerà una copia del Fumetto storico a tutti i partecipanti.
Gli eventi avverranno nel rispetto delle norme anti-contagio covid 19, del distanziamento fisico e della mascherina.

Anniversario di ordinazione di don Ignazio Sbona

In occasione della prossima solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria ricorre il 60.mo anniversario di ordinazione presbiterale di don Ignazio Sbona.
Mons. Michele Giansiracusa, parroco successore di don Ignazio, invita alla concelebrazione eucaristica di domenica 15 agosto alle ore 19.00 nella parrocchia S. Antonio di Padova a Siracusa.

Ci uniremo a don Ignazio ed alla comunità parrocchiale che lo ha avuto Parroco, per tanti anni, nella preghiera di ringraziamento al Signore per i doni che ha elargito alla nostra Chiesa attraverso il suo ministero sacerdotale, esprimendogli nella preghiera, il nostro affetto, la gioia fraterna e gli auguri di ogni bene” ha detto il vicario generale, mons. Sebastiano Amenta.

Festa di San Paolo Apostolo a Solarino

Si celebra domenica 1 agosto la festa di San Paolo apostolo a Solarino. I festeggiamenti inizieranno domenica 25 luglio alle ore 19.30 con la celebrazione eucaristica presso il Pozzo di San Paolo e alle ore 21.30 con l’apertura della Cappella di San Paolo.
Sabato 31 luglio, vigilia della festa, alle ore 12.00 preghiera dell’Angelus e scampanio festoso. A chiesa chiusa avverrà la traslazione della statua di San Paolo sul presbiterio. Alle ore 19.30 la preghiera del vespro. La chiesa rimarrà aperta fino a mezzanotte.


Domenica 1 agosto, alle ore 20.00, celebrazione eucaristica solenne in piazza del Plebiscito presieduta dal parroco don Luca Saraceno. Alle ore 22.00 sul sagrato della chiesa “Nota bene .. parole di Paolo in musica“, quartetto lirico strumentale. Al termine traslazione del simulacro di San Paolo e chiusura della cappella in diretta streaming sulla pagina Facebook della parrocchia.

Festeggiamenti per San Sebastiano a Ferla

Al via oggi il triduo solenne in preparazione dei solenni festeggiamenti in onore di San Sebastiano, patrono della comunità di Ferla.
Nonostante le misure restrittive anti contagio che saremo chiamati a rispettare, rendiamoci ugualmente testimoni dell’immensa Fede che lega la comunità di Ferla al suo Santo Patrono. Partecipiamo con sincera devozione alle celebrazioni liturgiche in onore del Santo Martire e apriamo a Dio e a lui il nostro cuore” spiega il parroco don Roberto Garro.
Stasera alle ore 21.00 santa messa a “Sammastianeddu” nel piazzale antistante il cimitero. Lunedì, vigilia della festa, la chiesa rimarrà aperta fino alle ore 24.
Martedì 20, alle ore 7.30 messa d’alba e alle ore 11.00 e alle ore 19.00 santa messa solenne.

“L’obbedienza” nel nuovo libro di don Raffaele Aprile

Sarà presentato venerdì 2 luglio, nel cortile del centro convegni del Santuario della Madonna delle Lacrime, il nuovo libro di don Raffaele Aprile dal titolo “L’obbedienza, una via per il cielo, una virtù da riscoprire“.
Interverranno, oltre all’autore, l’attrice Claudia Koll che ha contribuito al testo, il rettore del Santuario della Madonna delle Lacrime, don Aurelio Russo, e Marilena Mangiafico. Modera l’incontro Maria Luisa Riccioli.
I proventi della vendita del libro saranno devoluti per le attività del Santuario. L’incontro avverrà nel rispetto della normativa anticovid.

Si presenta “Una donna vestita di sole”

Giovedì 24, alle ore 19.00, al Centro Convegni della Basilica Santuario Madonna delle Lacrime sarà presentato il libro “Una donna vestita di sole”, di mons. Giuseppe Greco, assistente ecclesiastico del M.E.I.C. (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale).

Con l’autore saranno presenti l’arcivescovo di Siracusa, mons. Francesco Lomanto, il prof. Paolo Giansiracusa, storico dell’Arte, ed il rettore del Santuario della Madonna delle Lacrime, don Aurelio Russo.

Così come espressamente voluto da mons. Greco, l’intero ricavato della vendita del libro sarà devoluto per le opere pastorali del Santuario Madonna delle Lacrime. Iscritto all’Ordine dei Giornalisti (albo pubblicisti), mons. Giuseppe Greco è stato vicario generale dell’Arcidiocesi di Siracusa e direttore della Biblioteca Alagoniana.

Riapre la chiesa Sant’Antonio Abate a Cassaro

Ha riaperto la chiesa di Sant’Antonio Abate a Cassaro. Dopo un anno e mezzo di chiusura dovuta al restauro con la sostituzione del manto e alla facciata, le porte della chiesa di Sant’Antonio sono state aperte con una celebrazione eucaristica presieduta dal parroco don Alfio Gibilisco e alla presenza del sindaco Mirella Garro.