Archivi della categoria: Parrocchie News

Don Giuseppe Lombardo è tornato alla casa del Padre

E’ scomparso mercoledì sera don Giuseppe Lombardo, 75 anni. I funerali, che saranno presieduti dall’arcivescovo Mons. Salvatore Pappalardo, si svolgeranno venerdì, alle 16, nella parrocchia Chiesa del Carmine di Siracusa.
Don Giuseppe Lombardo, nato a Canicattini Bagni, è stato ordinato sacerdote 48 anni fa. Parroco della chiesa del Carmine, don Giuseppe, era iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti, un’attività che lo affascinava e che con passione aveva trasmesso ai più giovani da direttore del settimanale cattolico “Cammino”. Consulente Ecclesiastico Ucsi di Siracusa e Delegato Regionale della Fisc, ricopriva anche il ruolo di direttore per l’Ufficio per l’Educazione, la scuola e l’università dell’arcidiocesi di Siracusa, presidente dell’associazione Russia Cristiana “San Vladimir” di Siracusa, professore di teologia pastorale alla San Luca di Catania e professore di discipline giuridiche ed economiche, Delegato per la Pastorale della scuola dalla Conferenza Episcopale Siciliana. Professore di Pastorale nell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S. Metodio” di Siracusa (dal 2005 al 2008), docente di ruolo di Discipline giuridiche ed economiche presso l’Istituto tecnico Commerciale “Alessandro Rizza” di Siracusa (dal 1993 al 2012). La Camera ardente dalle 16 fino alle 21 nella chiesa del Carmine.

Fratelli di Cielo, la raccolta di poesie di don Raffaele Aprile

Presentato, nel salone Baranzini del Centro Convegni del Santuario, il libro “Fratelli di Cielo, in versi si raccontano in cammino con Maria” Ed. Le Poesie Bonfirraro, scritto da don Raffaele Aprile, sacerdote del Santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa.
Il libro di poesie ha una prefazione di mons. Claudio Maniago, vescovo di Castellaneta, ed è arricchito da vari contributi di testimonianze e poesie, con la partecipazione di Claudia Koll. A presentarlo sono stati Nino Cardillo e mons. Giuseppe Greco. I lavori sono stati moderati dal rettore del Santuario, don Aurelio Russo.

Con questi “Fratelli di cielo” padre Raffaele Aprile intesse un dialogo poetico e forma un libro di poesia corale – ha spiegato mons. Greco -. Non è soltanto lui che esprime intuizioni poetiche e illuminazioni spirituali, ma è lui insieme ad altri poeti e al altri uomini e donne di vita spirituale che compomgono questa armonia di pensieri. E di armonia si tratta, non soltanto di melodia. È come un canto polifonico. Viene da pensare al grande teologo Hans Urs Von Balthasar, il quale diceva: “La verità è sinfonica”. E noi constatiamo che la verità più alta è la poesia, la poesia è “veritatis splendor”, splendore della verità. La poesia corale acquista una maggiore forza di penetrazione nel cuore di chi ascolta“.

Il volume di poesie di don Raffaele Aprile

Storia e miracoli della “Monaca Santa”

Domenica 16, alle ore 19.45, nella parrocchia dei Frati cappuccini, sarà presentato il libro su Suor Chiara Di Mauro di Marilena Mangiafico. Nel volume la storia e i miracoli della “monaca santa”. Oltre alla presentazione del libro, alla presenza dell’autrice, ci sarà anche l’esposizione di reliquie e manoscritti di suor Chiara.

Percorso per animatori vocazionali

Si terrà dal 26 al 28 luglio a Mascalucia, il percorso per animatori vocazionali promosso dal Centro regionali vocazioni della Conferenza episcopale Siciliana. “Come se vedessero l’invisibile” il titolo dell”iniziativa che si terrà nel Santuario dell’Addolorata in via del Bosco giunta alla sesta edizione. “Durante l’incontro approfondiremo la testimonianza di fedeltà a Cristo e al Vangelo di una giovane siciliana della Chiesa di Agrigento, Maria Chiara Magiacavallo, che con la sua vita breve e intensa ha fatto risplendere la luce di Dio nel mondo” ha spiegato mons. Guglielmo Giombanco, vescovo di Patti e delegato CESi per la Pastorale vocazionale. “La giovane Maria Chiara è un esempio di speranza custodita nel cuore perché suscitata dalla fede e dall’amore per vivere la vita come cammino di libertà attraverso il dono di sé”.


Raduno motociclistico ai piedi della Madonnina

Pellegrinaggio di un raduno motociclistico alla Basilica Santuario della Madonna delle Lacrime. L’evento è stato organizzato dal Gruppo “Centauri & Ninfe”, a cui si sono uniti altri gruppi “Amici in Moto” di Avola; “Canicattini in Moto”, “Pi… casu” di Catania; “Etna GS bikers”, “Henna Centauri” insieme ad altri singoli motociclisti.
I viali del Santuario, in via del tutto eccezionale, hanno ospitato le moto dei centauri lungo il viale centrale, dove saranno posteggiate a raggiera facendo corona alla Madonna delle Lacrime.
Dopo la celebrazione eucaristica in Basilica, davanti al Sagrato, il rettore del Santuario don Aurelio Russo ha tenuto il rito di benedizione dei motociclisti e dei loro mezzi.
Il raduno è stato un modo per sensibilizzare al rispetto del Codice della Strada e promuovere al contempo stili di vita sani e sicuri volti a tutelarne ogni aspetto. Nella preghiera sono state ricordate le tante vittime stradali. “Non rispettare le norme del codice stradale – ha affermato – è un atto di vera irresponsabilità ed è un peccato grave che bisogna confessare, perché mette in pericolo la propria e l’altrui sicurezza. La Madonna delle Lacrime protegga quanti si mettono in viaggio e doni a tutti prudenza e saggezza”

Il reliquiario della Madonnina in Brianza

La comunità pastorale Madonna dell’Aiuto di Villasanta-Biassono, promuove dal 19 al 26 maggio, una Settimana mariana, con la presenza del Reliquiario della Madonna delle Lacrime di Siracusa presso la parrocchia di S. Anastasia Piazza Martiri di Belfiore – Villasanta. Si tratta di una prima volta in assoluto per la Diocesi di Milano. E per la speciale occasione, la comunità pastorale, guidata dal parroco don Alessandro Chiesa, ha messo a punto un programma intenso di incontri di preghiera che prenderà il via domenica con l’accoglienza del reliquiario alle ore 17 nel campo sportivo dell’oratorio. Alle ore 18 messa di apertura della settimana mariana celebrata da monsignor Francesco Moraglia, Patriarca di Venezia.
Poi da lunedì 20 a domenica 26 maggio è stato messo a punto un fitto programma di appuntamenti, che prenderanno il via al mattino con le lodi mattutine, la messa, la preghiera del Santo Rosario, l’Angelus, Vespri, messe solenni e compieta al termine della giornata.
Le giornate saranno dedicate a preghiere speciali per i migranti, i ragazzi e i giovani dell’oratorio, anziani ed ammalati, associazioni e movimenti, famiglie e comunità.

Il reliquiario della Madonnina


“Si tratta di un evento straordinario per la nostra comunità che ci aiuterà a vivere con maggiore intensità il mese mariano dedicato a Maria – ha sottolineato il parroco –. Il reliquiario contiene al suo interno le lacrime cristallizzate della Madonna di Siracusa che sgorgarono dagli occhi di una statuina in gesso. La lacrimazione avvenne nella città siciliana tra il 29 agosto e il 1 settembre del 1953, nell’abitazione di due coniugi, in Sicilia”.


Casa del pianto, piccolo restauro

Dopo alcuni lavori di ristrutturazione, è stata restituita alla preghiera dei fedeli e dei pellegrini Casa del Pianto di via degli Orti 11. Grazie alla generosità di una fedele è stato possibile ripulire e ripitturare il luogo in cui, dal 29 agosto al 1 settembre del 1953, il Quadretto di gesso miracoloso, raffigurante il Cuore Immacolato di Maria, versò Lacrime umane. La generosità di un’altra devota della Madonnina ha permesso il restauro della porticina del tabernacolo dell’Eucarestia. Il rettore, don Aurelio Russo, ha espresso gratitudine per la generosa partecipazione di tanti fedeli che in vario modo sostengono le opere del Santuario, patrimonio della Chiesa siracusana e di tutta la Città di Siracusa. “Il Santuario può progettare opere di evangelizzazione, di carità e di divulgazione del messaggio delle Lacrime della Madonna, grazie ai tanti benefattori che da ogni parte del mondo si fanno presenti con le loro offerte” ha detto don Aurelio.
Durante la Veglia della notte di Pasqua, il Rettore ha comunicato a tutti il sogno di poter ristrutturare la Casa della Carità del Santuario.

Intenso mese di maggio al Santuario Madonna delle Lacrime

Intenso mese di maggio alla Basilica Santuario della Madonna delle Lacrime. Numerosi pellegrini arriveranno per venerare la Madonna delle Lacrime provenienti dall’Italia e dall’estero: da Messina a Ragusa, da Palermo a Grammichele, dalla Calabria a Milano, dalla Polonia alla Corea del Sud, dall’America alla Germania, dalla Spagna alla Svizzera, dalla Diocesi francese di Grenoble alla Cina.
I pellegrini potranno visitare i luoghi della Lacrimazione, partecipando alla Celebrazione Eucaristica nelle loro lingue, accostandosi al Sacramento della Riconciliazione grazie alla presenza, già da qualche tempo, anche di sacerdoti di lingua polacca, srilankese e inglese. Prevista anche la presenza di un vescovo della Corea del Sud.
Il Vescovo di Caltanissetta, mons. Mario Russotto, presiederà la Santa Messa del 1 Maggio alle ore 10,30 con un gruppo di oltre 100 pellegrini. “La Madonna, Madre di Dio e Madre nostra, accompagni la nostra vita, consoli la nostra sofferenza e sostenga il nostro cammino” ha detto il rettore del Santuario, don Aurelio Russo, invitando i fedeli a recarsi in pellegrinaggio ai piedi della Madonna delle Lacrime, offrendo al suo Cuore materno fiori di luce e di speranza.

Missioni mariane
Il Reliquiario delle Lacrime della Madonna raggiungerà nei prossimi giorni di fine aprile le comunità S. Nicola di Bari Gualtieri Sicaminò nell’Arcidiocesi di Messina e l’Isola di Linosa del Comune di Lampedusa nell’Arcidiocesi di Agrigento. Mentre nel mese di maggio il pellegrinaggio delle Lacrime di Maria Santissima arriverà a Buccheri e a Buscemi nell’Arcidiocesi di Siracusa e raggiungerà le Diocesi di Catania, di Lecce, di Campobasso, di Ragusa, di Agrigento e di Milano.

A Torre del Greco, il Santuario di Maria SS.ma del Buon Consiglio, nel XXVI Anniversario della sua Dedicazione, sta omaggiando la Madonnina di Siracusa con un arazzo in fiore, composto da singoli fiori posizionati uno per uno, raffigurante la Madonna delle Lacrime e il prezioso Reliquiario.

Ecco gli appuntamenti proposti dal Santuario Madonna delle Lacrime di Siracusa. Ogni giorno:

  • –  ore 7,30 Santa Messa (Basilica)
  • –  ore 8,00 Santa Messa (Casa del Pianto – Via degli Orti – 11)
  • –  ore 8,30 Santa Messa (Basilica)
  • –  ore 10,00 Santa Messa (Cripta)
  • –  ore 18,00 Coroncina del Mese di Maggio (Basilica)
  • –  ore 18,15 Santo Rosario (Basilica)
  • –  ore 19,00 Celebrazione Eucaristica (Basilica)
  • –  ore 19,45 (giorni feriali) e ore 20,00 (festivi) appuntamento ai piedi dell’altare della Basilica e recita del Santo Rosario lungo i viali del Santuario
  • –  Nei giorni di mercoledì, dall’8 Maggio, alle ore 20,00 presso il Centro Convegni della Basilica: Lettura e commento della Parola di Dio guidata e commentata dai sacerdoti e dai diaconi del Santuario.
  • –  Tutti i giovedì, dopo la S. Messa delle 10 in Cripta e quella delle 19, in Basilica: Adorazione Eucaristica.
  • –  Mercoledì 8 alle ore 11,30 recita del Santo Rosario in Basilica, in onore della Madonna e alle ore 12,00 preghiera della Supplica alla Madonna di Pompei e alla Vergine delle Lacrime di Siracusa.
  • –  Venerdì 24 ore 19,00 in Basilica: Santa Messa cumulativa per tutti i fedeli defunti (ciascun fedele defunto sarà presentato a Dio con una preghiera litanica).
  • –  Martedì 28 alle ore 20,30 in Oratorio di Via degli Orti: Veglia Mariana.
  • –  Mercoledì 29 alle ore 18,00: Pellegrinaggio da via degli Orti verso il Santuario. Durante la Santa Messa delle ore 19,00, l’Arcivescovo benedirà le donne in gravidanza, facendo memoria dell’incontro della Madonna che, portando in grembo Gesù, dopo l’Annuncio dell’Angelo, fa visita alla cugina Elisabetta che aspettava Giovanni Battista. Rimangono invariati gli orari delle Sante Messe domenicali
  • –  ore 7,30 Santa Messa (Basilica)
  • –  ore 8,00 Santa Messa (Casa del Pianto – Via degli Orti – 11)
  • –  ore 9,00 – 10,30 – 12,00 – 17,30 – 19,00 Sante Messe (Basilica)
  • –  ore 20,00 Santa Messa (Cripta)

Festa di San Giuseppe Operaio a Priolo Gargallo

Al via domenica 28 aprile i festeggiamenti per la festa di San Giuseppe Operaio, patrono dei lavoratori, a Priolo Gargallo.
Mercoledì 1 maggio, la solenne messa pontificale alle ore 19.00 sarà presieduta dal cardinale Paolo Romeo, arcivescovo emerito di Palermo. Domenica 5 maggio, festa di san Giuseppe Operaio, la solenne celebrazione alle ore 17.30 sarà presieduta da mons. Sebastiano Amenta, vicario generale dell’Arcidiocesi di Siracusa. Alle ore 18.30 trionfale uscita del simulacro e processione per le vie della città.
La festa annuale di San Giuseppe Operaio, ci chiama innanzitutto alla sequela Christi, alla sequela del Figlio di Dio – ha spiegato il parroco don Marco Politini -. San Giuseppe fu chiamato ad essere il suo padre putativo, la sua guida e il suo custode durante tutta la sua infanzia, la sua adolescenza e la sua giovinezza. Cristo si è fatto condurre da San Giuseppe per tutto il suo cammino di Nazaret, prima della sua missione. Anche noi, come comunità parrocchiale, ci affidiamo alla sua particolare protezione per saper meglio seguire Gesù. Gli affidiamo la guida dei bambini, dei ragazzi, dei giovani, degli adulti, delle famiglie, degli anziani, degli ammalati, di chi cerca lavoro, di chi è disperato, di chi è incredulo, di chi ha bisogno di pace. Possa l’esempio di San Giuseppe aprire i cuori di ciascuno di noi per poter incontrare Dio e il nostro prossimo“.

Settimana Santa al Santuario della Madonna delle Lacrime

Il Triduo Pasquale nella Basilica Santuario Madonna delle Lacrime si aprirà giovedì 18 con la Santa Messa Crismale, alle ore 9.30, presieduta dall’Arcivescovo con tutti i Sacerdoti dell’Arcidiocesi di Siracusa. Alle 19.00 celebrazione eucaristica In Cœna Domini con il rito della Lavanda dei piedi. I fedeli potranno offriranno fiori a Gesù e alla Madonna delle Lacrime. Dalle 21.00 alle 24.00 Adorazione SS. Sacramento nella cappella del SS.mo Sacramento Basilica. I Gruppi del Santuario animeranno la preghiera notturna.
Venerdì 19 alle 7.30 Ufficio Letture e Lodi; alle 15.00 Via Crucis lungo i Viali del Santuario, che sarà trasmessa in Diretta su Radio Maria. Alle 19.00 Azione Liturgica della Passione del Signore: i fedeli baceranno e adoreranno la Croce di Gesù. Al termine saranno benedetti i crocifissi che i fedeli porteranno per esprimere la loro fede e il loro amore a Gesù crocifisso.
Sabato 20 alle 10.00 momento di preghiera dell’”Ora della Madre”: Gesù morto è stato sepolto; è il tempo del silenzio, stando accanto al dolore e alla speranza della Madonna. Dalle 19.00 alle 22.00 chiusura del Santuario. Alle 22.30 veglia Pasquale.
Domenica 21, le celebrazioni eucaristiche si terranno come nelle domeniche e nelle solennità: Basilica alle ore 7.30–9.00–10.30-12.00–17.30–19.00. Oratorio: ore 8.00; Cripta alle 20.00